background
cs 05 unica
OLD MASTERS E OTTOCENTO IN RIPRESA: A “UNICA” A TUTTI I NUMERI DELL’ARTE ANTICA
Le attività delle aste internazionali mostrano una ripresa degli Old Masters e della pittura ottocentesca. Sabato 18 febbraio un convegno fa il punto sul tema a Unica: analisti economici, esperti d’antiquariato ed esponenti di istituti bancari illustrano il trend di un settore che con i suoi “beni rifugio” cerca di reggere alla crisi del mondo finanziario

E’ di quasi 1,4 miliardi di euro il giro d’affari complessivo dell’arte in Italia: di questi circa il 57% riguarda il segmento dell’antico e dell’Ottocento. Nel corso del 2011 le vendite hanno registrato un calo rilevante, ma nonostante il difficile momento di crisi dalle attività delle case d’asta internazionali (Sotheby's e Christie's) si intravede una lieve ripresa degli Old Masters e dei maestri del XIX secolo.

Unica Fine Art Expo è il primo appuntamento dell’anno per il mondo dell’alto antiquariato, in grado di “tastare il polso” al mercato dell’arte antica. Il tema degli investimenti viene approfondito dal convegno “Prospettive e nuovi mercati per gli old masters”, nel corso del quale verrà presentato il “Focus 2012 sull’arte antica” realizzato dall’Osservatorio sul Mercato dei Beni Artistici di Nomisma e Università LUM "Jean Monnet". L’incontro sarà aperto dal responsabile scientifico dell'Osservatorio Nomisma - LUM Guido Candela, a cui seguiranno gli interventi del gallerista Cesare Lampronti, Francesca Marini, sempre dell’Osservatorio, Marco Riccomini del Dipartimento dipinti antichi Christie’s Italia, Sebastiano Simonini della Banca popolare dell’Emilia Romagna. L’appuntamento è per sabato 18 febbraio alle 16.00 a ModenaFiere.

Un rapporto accurato, che offre ad appassionati e investitori indici dei prezzi e tendenze del mercato e da cui emergono elementi interessanti. Per prima cosa viene sfatata l’idea che questo sia un settore riservato ai grandi investitori: il 76% delle compravendite si concentra nella fascia dai 3 mila ai 20 mila euro.
Il mercato dell’arte antica, poi, risente solo in parte della crisi del mondo finanziario e continua a essere percepito come bene rifugio. L’antico è l’unico comparto che dal primo al secondo semestre del 2011 ha registrato un miglioramento. I dati delle aste indicano che il rapporto tra venduto e offerto sul mercato è invariato, mentre i prezzi sono stati spesso orientati verso la stima massima prevista.

Infoline: studio Lobo, tel. 0522/631042, info@studiolobo.it

Ufficio stampa
MediaMente Comunicazione
tel.059.347027 - 339.3885913
stampa@mediamentecomunicazione.it
indietro - back

Sfoglia il catalogo
sitemap
Valid XHTML 1.0 Transitional
Valid CSS!
Produced by Litoweb
BPER BSA Mediazione