News

Per gli amanti dell’eleganza, dello stile e del fashion: Jacopo Amigoni vi aspetta da Gallo Fine Art

Jacopo Amigoni: Ritratto di Nobildonna, olio su tela, cm 101,5 x 82,5
Gallo Fine Art.

Leggerezza e grazia alla corte del Re Ferdinando VI: Jacopo Amigoni e lo stile rococò

La luminosa eleganza di colori pastosi e freddi disposti a larghe pennellate e la chiarezza compositiva lo pone tra i più importanti rappresentanti della cultura pittorica arcadica e rococò, tanto che in Germania il suo stile era chiamato “alla Amigoni”.
Il pittore diventa molto famoso per la leggerezza e grazia che esprimono le sue tele; molti dei suoi lavori sono stati riprodotti in stampe per servire da modelli per arazzi e per la decorazione di orologi, armadi e porcellane. Amigoni è sinonimo di sontuosi ritratti, scene storiche e scene mitologiche raffiguranti divinità in pose languidamente sensuali o intenti in giocosi incontri.
Molti suoi soggiorni sono documentati ed ancora visibili come le opere in Baviera nel Castello di Nymphenburg (1719), nel castello di Schleissheim (1725-1729) e nella Abbazia benedettina di Ottobeuren.
Tornato a Venezia nel 1726 si ferma per dipingere nella Villa Pisani a Stra, prima di tornare in Baviera. Nel 1739 Jacopo Amigoni torna in Italia, dove si ferma fino al 1747 a Venezia dove dipinge per Sigismund Streit, per la Casa Savoia e in vari edifici nobili della città.
Nel 1747 Amigoni lasciò l’Italia su invito e di Ferdinando VI di Spagna e si stabilì a Madrid con la prestigiosa carica di pittore di corte e direttore della Reale Accademia di San Fernando.