ALICEFINEART

PAD. Modenantiquaria

JOHANN HEINRICH WILHELM TISCHBEIN

(1751 – 1829)
Ossiarte offre in sposa la propria figlia Rossane ad Alessandro Magno, 1780-81 circa
Olio su tela, cm. 99 x 132,5

Perizia del Prof. Dr. Hermann Mildenberger
“Il dipinto, da me esaminato dal vero, in parte non finito, è da considerarsi opera particolarmente significativa di J. H. W. Tischbein ed è riferibile all’epoca del suo primo periodo romano”.
L’opera esaminata dal Prof. Hermann Mildenberger e’ stata dallo stesso assegnata al periodo del soggiorno in Italia dell’artista, che diverrà celebre per il ritratto dell’amico Goethe: tra i primi suoi lavori, databile al 1780-81. “Il dipinto a soggetto storico, nato durante il primo periodo romano di Tischbein, frutto dei suoi appassionati studi a Roma e della fascinazione per Raffaello e per i suoi seguaci, costituisce una scoperta significativa ed un completamento essenziale alla nostra conoscenza della sua opera come pittore di soggetti storici.”.

PROSPERO MALLERINI

(1761 – 1838)
Lavanda dei piedi
Tempera su carta, cm. 21,5×32
Firmata in basso a destra

GIUSTO SUTTERMANS

(Anversa, 1597 – Firenze 1681)
Cardinale Giovan Carlo de’ Medici
Olio su tela, cm. 121 x 85

Scheda del Professor Sandro Bellesi, da cui: “Opere come questa, da considerarsi un’interessante acquisizione al catalogo dell’attività centrale di Suttermans….”.

GIOVANNI BATTISTA RECCO

Napoli ( 1610? – ante 1665 )
Natura in posa con astici, pesci essiccati, rapa e pentole di rame
Olio su tela, cm. 52 x 90

Studio del Prof. Alessandro Agresti: “Ritengo infine che questa natura in posa …vada datata intorno alla metà del secolo, nel momento in cui nella produzione di Giovan Battista Recco compaiono, accanto al consueto repertorio di pesci e crostacei, anche gli ortaggi e gli utensili da cucina, e in cui l’arcaismo post caravaggesco degli esordi lascia il posto a una esecuzione più sciolta non che a composizioni più sapientemente orchestrate.”

CONSOLE CON SPECCHIERA IN LEGNO INTAGLIATO, LACCATO E DORATO

Bologna, Sec. XVIII (metà)
Console, cm. 162 x 62, h. 84,5 – Specchiera, cm. 148 x 104

Pubblicata su: Mille Mobili Emiliani, di Graziano Manni,  Artioli Editore in Modena, 1983, p.194, fig.451

GALLERIA

Paolo Rotili ha esperienza ventennale nel campo dell’arte e dell’antiquariato: inizia a Orvieto, sua città natale, nel 1999, occupandosi di mobilio antico. Dal 2001 partecipa alle Mostre di Antiquariato nazionali fino a giungere nel 2019 alla più prestigiosa, Modena Antiquaria. Nel 2005 incontra la studiosa Anna Maria Cucci, con la quale approfondisce in particolar modo il campo della maiolica antica. Anna, laureata in arte a Bologna, poi in lettere a Urbino con tesi sulla maiolica rinascimentale, e infine nel 2012 a pieni voti in Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali – Archeologia Classica – è la curatrice del primo catalogo della Galleria d’Arte, che per l’occasione ha coniato il nuovo nome AliceFineArt. Dopo accurato esame, sono proposte opere selezionate, accompagnate da studi di esimi esperti: una carrellata di sculture, dipinti, maioliche, e oggetti da Wunderkammer dal XV al XIX secolo, mantenendo sempre la passione per il prestigioso arredo antico.

CONTATTI

indirizzo

INDIRIZZO

Piazza Tre Martiri 2, 47921 Rimini
Strada della Stazione 10, 05018 Orvieto

telefono

TELEFONO

Mobile +39 335 424463

sito-web

SITO WEB

DOVE SIAMO