Galleria d’Arte Mainetti

PAD. Modenantiquaria

VINCENZO IROLLI

(Napoli 1860 – 1949)
Gli Orecchini (1890 ca.)
Olio su tela, cm. 65 x 55
Firmato in basso a destra

La Galleria d’Arte Mainetti presenta un’opera di Vincenzo Irolli, considerato dalla critica francese “il pittore del sole”. Nel dipinto in oggetto, due amiche sono intente ad ammirare degli splendidi orecchini. Le due figure, pur trovandosi in un interno, sembrano pervase da una misteriosa luce. Anche per questo Léon Talboum, importante critico d’arte dell’epoca, lo definì “Prodigioso Irolli”. Tanto vero che una sua opera esposta all’XIX Salon d’Automne (1909) fu acquistata dal comune di Parigi per il Museo Municipale degli Champs-Elisées.

GIOVANNI BOLDINI

(Ferrara 1842 – Parigi 1931)
La visita (1873-74)
Acquerello su carta cotone, cm. 24 x 31
Firmato e datato in basso a sinistra

Pubblicazioni:
– Catalogo ragionato “Boldini”, a cura di P.e F. Dini, Ed.Umberto Allemandi Torino-Londra-Venezia, riprodotto p.94, no150, vol. III
– “Ottocento, cronache dell’arte italiana”, no 20, Mondadori Milano 1991, Paul Nicholls, articolo “Boldini e la Belle Epoque” a cura di S.Gaddi e T.Panconi, Ed.Silvana Editoriale 2011

Esposizioni:
Como, Villa Olmo 26 marzo/24 luglio 2011, riprodotto p.83

DOMENICO INDUNO

(Milano 1815 – 1875)
La Lettera (1869)
Olio su tela, cm. 65 x 50
Firmato e datato in basso a destra “D. Induno 1869”

Nel 1860 avvenne un deciso cambiamento nell’opera di Domenico Induno. La sua pittura si arricchì di colore e vivacità. Questo nuovo fare si nota osservando il dipinto in questione, ritratto di una giovane donna lombarda, nel quale risaltano, oltre alla ricchezza dei vari toni di bianco della camicia, le decorazioni floreali del costume lombardo, il cucchiaio d’argento e la Guazza, o Raggiera, che consisteva in una serie di spilloni disposti, appunto, a raggiera in modo da acconciare i capelli in un appariscente complemento d’abbigliamento. La figura è costruita su precise diagonali che accentrano lo sguardo sull’espressione del volto che, non aspirando ad una facile quanto fragile estetica del bello, esprime tutta la sofferenza del soggetto ritratto.

Pubblicazioni:
– Catalogo ragionato dei fratelli Induno. Giorgio Nicodemi, Industria Grafica Italiana, Milano 1945, nº 33 – “La Balia”.
– Mostra retrospettiva di Domenico e Gerolamo Induno, Castello Sforzesco di Milano, 1933. Enrico Somaré, Edizioni dell’Esame, Milano maggio-giugno 1933, tav. nº III – “Ritratto” – Raccolta Gr. Uff. Rag. Giovanni Bonomi.
– Pittori e Pittura dell’Ottocento Italiano. DeAgostini Editore, Novara, 1997. A colori, pagina 182 con il titolo “Donna Lombarda” detta anche “Lucia”.

ALBERTO PASINI

(Busseto 1826 – Cavoretto 1899)
“Carovana” (1859)
Olio su tavola, cm. 77 x 144
Firmato e datato in basso a sinistra

“(…) nella seconda metà degli anni Cinquanta, di una cultura positivista, la più aggiornata di quel tempo, e che dunque tale produzione costituisca il momento più alto e certo più innovativo del1’intera opera pasiniana.”
Ctz. Catalogo di mostra, Galleria Scopinich, Milano novembre 1926. Testo di Piero Torriano.

Pubblicazioni:
Catalogo ragionato “Alberto Pasini”, tavola XXXIII, prefazione Bernardi, p.9. “La Carovana” del 1859 vedi no 107, “Cavalcade persane dans les montagnes” riproduzione litografica effettuata dagli operatori de“L’illustration Journal Universel”
– Parigi, 20 settembre 1856, vol. XXVII, no 721, p.392, a illustrazione di un articolo firmato Barbier de Meynard, Catalogo no 3, Galleria Fogliato, Torino 1948, no 35

ACHILLE TOMINETTI - VITTORE GRUBICY DE DRAGON

(Milano 1848 – Miazzina (NO) 1917) – (Milano 1851 – 1920)
Pascolo a Miazzina” (1890)
Olio su tela, cm. 215 x 110

Firmato e datato in basso a sinistra “A. Tominetti 1890” e iscrizione sul verso “A quest’opera parteciparono in egual misura A. Tominetti – Vittore Grubicy De Dragon – Miazzina, 21 gennaio 1890”.

GALLERIA

La “Galleria d’Arte Mainetti”, fondata a Milano da Ugo Mainetti nel 1955, è da sempre specializzata nell’esposizione e valorizzazione della pittura italiana del secolo XIX e del primo Novecento. Oggi la galleria è diretta dal figlio, Mirko Mainetti, formatosi nell’ambito della storia dell’Arte e della conservazione dei Beni Culturali.

CONTATTI

indirizzo

INDIRIZZO

Galleria di via Unione 3, 20122 Milano

telefono

TELEFONO

02 862797
Mobile 347 0001316

sito-web

SITO WEB

DOVE SIAMO