MATTA ANTICHITÀ

PAD. Modenantiquaria

ANDREA SCACCIATI

(Firenze 1642 – 1710)
Grandiosa composizione floreale entro un vaso sbalzato in metallo dorato a motivi vegetali.
Olio su tela, cm. 91,5 x 70,5

Questa magnifica opera è, come confermato dal Prof. Sandro Bellesi,  tra i capolavori del pittore Andrea Scacciati, indiscusso Maestro, insieme a Bartolomeo Bimbi, della natura morta Barocca a Firenze. In questo trionfale vaso la qualità è altissima in ogni sua parte, e attraverso sapienti pennellate e ricercate velature il maestro è riuscito a dare peso, corposità e tridimensionalità ai fiori nonché alla lucentezza del vaso.

Bibliografia di riferimento
Bellesi, Andrea Scacciati. Pittore di fiori, frutta e animali a Firenze in età tardo barocca, Firenze 2012

DONATO CRETI

(Cremona 1671 – Bologna 1749)
Scena campestre in un paesaggio lacustre
Olio su tela, cm.57,5 x 76,3

Il dipinto è importante acquisizione al catalogo del grandissimo Maestro, il cui percorso poetico ed intellettuale ha segnato i percorsi dell’arte europea nella prima metà del Settecento per la qualità della ricerca e della resa, impeccabile. L’opera è da mettere in relazione alla serie delle “Osservazioni Astronomiche” commissionate nel 1711 dal conte bolognese Luigi Marsili per farne dono al  papa Clemente XI (pontefice dal 1700 al 1721), oggi conservate ai Musi Vaticani.
Al pittore Nunzio Ferraiuoli (Nocera dei Pagani 1661 – Bologna 1735) è da assegnare lo skyline in lontananza e la luminosa valle.
Expertise a cura della Prof. Donatella Biagi Maino.

GALLERIA

Antiquariato e arte: un binomio da sempre sinonimo di bellezza e di passione. Un oggetto d’ altri tempi rievoca la sapienza dei maestri artigiani, la loro passione e la ricercatezza di minusieri, ebanisti, di intagliatori , di orafi e di pittori, che nelle loro botteghe facevano rivivere tradizioni e si tramandavano i segreti del mestiere. Una passione, quella per gli oggetti preziosi che hanno da sempre nella casa “ Mattarte”, Società di Servizi per l’ Arte, nata come bottega d’arte nel 1896 da Giovanni Matta, proseguita da Giuseppe Matta, e sviluppata negli Anni ’50 da Giovanni Matta, che ha ingrandito l’azienda, rendendola sensibile ai cambiamenti del mercato e alle sempre maggiori esigenze della clientela. L’antiquariato ha sempre rappresentato una scelta di classe, ma si è rilevato nel tempo anche un buon investimento. E ciò vale soprattutto in questo momento, in cui gli investimenti finanziari riservano sorprese spesso sgradite.

CONTATTI

indirizzo

INDIRIZZO

Via Torino 12, 10038 Verolengo (TO)

telefono

TELEFONO

+39 011 9149177

DOVE SIAMO