News

Il mito e la leggenda: Cesare Lampronti e il principe dell’Accademia di San Luca

Antiveduto Gramatica: Davide ritorna trionfante con la testa di Golia, olio su tela, cm 142,5 x 197,5.
Cesare Lampronti.

Atmosfere magiche e leggendarie, che emanano potenti richiami e sensuali emozioni nelle opere di Cesare Lampronti. Prima tra tutte “Davide ritorna trionfante con la testa di Golia” di Antiveduto Gramatica.

Antiveduto fu molto apprezzato dai suoi contemporanei e fu eletto “principe” dell’Accademia di San Luca nel 1624. Dipinse questa grande tela nel caratteristico chiaroscuro che definiva l’arte romana dei primi due decenni del diciassettesimo secolo: spiccano l’articolata composizione e la sicurezza con cui viene resa, in particolare nel gruppo di figure a destra, non sempre evidente nel corpus dell’artista. Le grandi dimensioni della tela, così come l’eccellente qualità, suggeriscono che il dipinto fosse destinato a una grande collezione e potrebbe essere stato commissionato da uno dei più prestigiosi mecenati dell’artista, tipo il Marchese Vincenzo Giustiniani o il Cardinale Del Monte, anche se non ci sono fonti archivistiche che possono ancora confermare questa ipotesi. La scena mostra il giovane David che ritorna a Gerusalemme, ricordata simbolicamente dalle mura sulla destra, dopo il suo trionfo sull’eroe filisteo, Golia. Dalla città sei figure vanno incontro all’eroe per festeggiare a suono di strumenti musicali il suo successo e la vittoria degli israeliti, più o meno allo stesso modo in cui i cittadini di Gerusalemme avrebbero celebrato l’ingresso di Cristo in città alcuni secoli dopo.

In lontananza si può distinguere la valle di Elah, dove fu combattuta la battaglia tra israeliti e filistei, così come Betlemme, rendendo esplicita l’identificazione di David come precursore di Cristo. L’attraente fanciulla a destra che suona il tamburello ricorda la fisionomia, così come l’abito riccamente ricamato, della figura della Giustizia in Giustizia e Pace di Antiveduto, opera di cui non è nota la attuale proprietà. Tra le altre opere dell’artista che includono il tema della musica e degli strumenti musicali, si ricorda la Santa Cecilia con due angeli nel Kunsthistorisches Museum di Vienna.